Il bisogno di modellare l'idea attraverso la materia, di imprimere all'interno di essa un pò di me
I had the need to model, my ideas through the material, to impress in it a little bit of myself

Quando ho iniziato a percorrere la strada del design del gioiello, non avrei mai pensato di diventare anche un’artigiana.
Il mio desiderio iniziale era quello di disegnare e progettare attraverso ispirazioni, richieste o rivisitazioni un gioiello che raccontasse qualcosa. Finchè non mi sono resa conto che trascrivere su carta le mie idee non era più sufficiente.
Sentivo cosi il bisogno di modellare l’idea attraverso la materia, di imprimere all’interno di essa un po’ di me come una firma indelebile, lasciandomi trascinare e ispirare direttamente dal metallo.

When I started to walk the path of jewellery design, I never though of becoming an artisan as well.
My initial desire was to draw and create through inspiration, requests or a revaluation of a jewel that would tell a story. Until I realized that transcribing on paper my ideas wasn’t enough any more.
I had the need to model my ideas through the material, to impress in it a little bit of myself, like an everlasting signature, letting myself being inspired and dragged by the metal.

COLLEZIONI / COLLECTIONS

Una collezione ispirata dalle pietre del Mar Adriatico che, come un paziente artigiano, ne ha modellato forme e dimesioni. I Matelici sono gioielli dall’animo materico, caratterizzati da suggestivi giochi di luci e ombre, di pieni e di vuoti, dalle forme morbide e organiche. Ogni gioiello inizia a prendere forma durante la lavorazione in cera: uno ad uno vengono scavati i vuoti per creare un pezzo unico diverso dal precedente. Quando il metallo prende il posto della cera i gioielli sono pronti per essere rifiniti: vengono saldati i “moduli” su diversi supporti creando varianti di anelli, orecchini e collane; oppure, a seconda della lega, possono essere bruniti, lucidati e dorati.

A collection inspired from the Adriatic sea stones, modelled in shapes and dimensions like a patient artisan. The Matelici are jewels with a materic soul, defined by lights and shadows, fullness and emptiness, with organic and soft shapes. Every jewell starts forming while processing the wax: singularly voids are carved to create a singular and unique piece. When the wax is replaced by the metal the jewels are ready to be refined: “moduls” are welded on different supports creating a variety of rings, earrings and necklaces; or, according to the alloys, they can be burnished, polished and golden.

La collezione si sviluppa attorno a tre simboli, occhio, cuore e mandorla mistica. Ognuno di questi simboli ha radici molto profonde nella nostra cultura e può essere attribuito a diversi culti e religioni. Tutti e tre i simboli sono stati ideati principalmente sulla figura dello chevalier che nasce intorno al 1800 a.C. in Mesopotamia per sigillare documenti. Fino all’epoca romana è stato usato con il nome di Vinculum per matrimoni e fidanzamenti come augurio di stabilità e prosperità. Lo stesso valore di stabilità e di onore viene attribuito agli anelli utilizzati in araldica. Spezzare un anello, di conseguenza, ha il valore simbolico della rottura di un qualche giuramento o di preannuncio di disgrazia. Attraverso l’accostamento di metalli diversi, patine, bagni di colore, bruniture e/o la lavorazione della cera ogni sigillo della collezione acquista un sapore antico e mistico.

The collection develops around three symbols: eye, hear, and mystic almond. Each of this symbols has a very deep root in our culture and can be attributed to different cults and religions. All three symbols were mainly designed on the chevalier figure, invented around 1800 a.C. in Mesopotamia, to seal documents. Until the roman time it was used with the name of Vinculum for weddings and engagements as a wish of balance and prosperity. The same value of balance and honor is awarded to the rings used in araldica. In the same way breaking a ring has a symbolic meaning of breaking a commitment or an intimation of a misfortune. Putting along side different metals, films, coloring baths, burnishing and/or wax shaping, every seal earns an ancient and mystic taste.